08112020Mar
Last updateLun, 10 Ago 2020 4pm
>>

LA iFLEX DI OMET CAMBIA PER SEMPRE IL MODO DI STAMPARE ETICHETTE

La nuova macchina da stampa per etichette iFLEX di OMET si caratterizza per facilità di utilizzo, razionalità operativa e massimo ritorno dell'investimento. Gli etichettifici più dinamici e orientati al mercato sono avvisati...

Il 19 maggio 2015 OMET presenta ufficialmente la nuova macchina da stampa per etichette in bobina iFLEX. Si tratta di un prodotto rivoluzionario che inaugura un nuovo modo di "vivere" la stampa e che presenta molteplici innovazioni il cui obiettivo è semplificare il lavoro dello stampatore e incrementare il rendimento della macchina.

La iFLEX, macchina flexo UV proposta in fascia 370 mm presenta, infatti, alcune novità di rilievo ispirate da un'attenta analisi dei bisogni del mercato e che tendono a favorire la semplicità operativa, grazie a strumenti pensati per raggiungere un risultato qualitativo di alto livello in pochi e semplici passi. Si tratta nello specifico di asservimenti innovativi per il pre-registro e di supporto alla messa a registro che concorrono a velocizzare i tempi di settaggio e avviamento della macchina dopo ogni cambio lavoro.

Primo fra tutti, iLIGHT, sistema di pre-registro con puntatore laser presente su ogni gruppo stampa. Il puntatore laser indica l'allineamento migliore del portacliché all'interno del campo di fasatura con l'obiettivo di velocizzare il cambio lavoro e accelerare i tempi di messa a registro. Un puntatore laser identico è posizionato perpendicolarmente alla fustella a garanzia di un tempo di cambio del lamierino rapido e immediatamente efficace. Per la messa a registro ci si affida al sistema di correzione istantanea iCAM che opera attraverso telecamere posizionate su ogni gruppo stampa e un monitor posizionato a centro macchina (iVISION). Il sistema permette la messa a registro, video assistita e direttamente su ogni unità di stampa, man mano che avanza il materiale, senza dover attendere la visualizzazione del crocino di registro a fine macchina. Si concretizza così una messa a registro rapida e fin da subito adeguata. I risultati monitorati finora del lavoro combinato dei puntatori laser iLIGHT, delle videocamere iCAM e del sistema iVISION, garantiscono un quantitativo di scarti in avviamento simile a quello ottenuto con macchine completamente servo motorizzate.

iFLEX presenta il percorso carta più corto nel panorama della macchine in fascia stretta (1300 mm) che la rende una macchina super compatta e dai sicuri risparmi di materiale in fase di avviamento (gli scarti di messa a registro misurati sono inferiori al passaggio carta fra due stampe!). iFLEX, inoltre, è l'unica macchina ad avere tutti i cilindri di stampa controllati in modo Direct Drive per incrementare la precisione di stampa e eliminare le criticità data dalle trasmissioni tradizionali. A questo riguardo, la presenza di un solo ingranaggio per ogni gruppo stampa è garanzia di risultati di stampa di alto livello.
Nella parte terminale della macchina si colloca il nuovo sistema di cambio rapido della fustella detto QCDC che prevede la preparazione del cilindro su carrello, senza necessità di montare paranchi di sollevamento. La macchina da stampa per etichette iFLEX è dotata di sistema per il riavvolgimento dello sfrido automatizzato Rock'n'Roll, a garanzia di un processo di stampa senza intoppi o rallentamenti in fase di fustellatura finale, anche nel caso di forme complesse. L'insieme di fustella, taglio e riavvolgimento dello sfrido prende il nome di CONVERTING EXPRESS.

La macchina gestisce un'ampia gamma di formati, comunque commisurati alle necessità medie di un etichettificio, da 5 ½ a 18'', e per un investimento contenuto nella produzione dei cliché di stampa. La iFLEX è pensata per lavorare in modo continuo, senza fermate per operazioni di manutenzione particolari; le sue ricchezza e finezza costruttiva contribuiscono a renderla una macchina robusta, silenziosa, pensata per cicli di lavoro intensi e dalle prestazioni, e risultati, costanti. I gruppi Flexo presentano carter di protezione efficaci per incrementare la sicurezza dell'operatore ed evitare la caduta di sporco sul porta-cliché, con conseguente fermo macchina per la pulizia.

La flessibilità di configurazione, tratto tipico delle macchine OMET, si concretizza nella possibilità di inserire in linea il gruppo oro a freddo (standard), il gruppo per la stampa serigrafica (opzionale), la laminazione UV (opzionale) e una video camera di controllo finale (opzionale). A richiesta la macchina può essere allestita con percorso carta più lungo per l'uso con inchiostri a base acqua e tunnel di asciugatura ad aria calda o aria calda e UV.

Afferma Marco Calcagni, direttore commerciale e marketing di OMET: "La iFLEX riempie un vuoto tecnologico nel mercato attuale delle etichette poiché si presenta come completamento ideale del parco macchine di etichettifici medio/grandi che producono grandi quantità di etichette semplici con consegne just-in-time e che vogliono ridurre al minimo gli sprechi. Al contempo, essa può rappresentare per gli etichettifici più piccoli con minor capacità di investimento la risorsa tecnologica fondamentale per stampare i lavori più disparati in tutte le tirature con un ROI molto elevato.

La iFLEX è un concentrato di novità importanti che scompaginano il mondo della stampa di etichette conosciuto. Avere una iFLEX è un'esperienza nuova, elettrizzante che mira a creare un binomio indissolubile uomo-macchina per il raggiungimento di obiettivi concreti di produttività, risparmio di tempo e scarti, massima qualità di esecuzione in un solo passaggio e consegna rapida ai clienti. La nuova FLEX è una fuoriclasse che non ha paragoni nel mercato della stampa delle macchine di fascia stretta per etichette.

www.omet.it

 

comments
  • Latest Post

  • Most Read

  • Twitter

Who's Online

Abbiamo 987 visitatori e un utente online

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.